Mamma ti odio — lettera di una ragazza vittima di alienazione genitoriale

Ho 26 anni e odio fortissimamente mia madre. Lo so che pensi che non sia giusto, ma credimi l’ha voluto lei. Adoravo mio padre e all’età di undici anni i miei si sono separati. Ricordo con la morte nel cuore quando mio padre se n’è andato via. Mia mamma odiava mio padre e ha fatto di tutto per non farci frequentare e spesso ha tentato di parlarmi male di lui. Io fingevo di ascoltarla e dentro il mio cuore piangevo e desideravo vederlo e sentirmi rassicurata da lui, mentre il mio astio per lei cresceva a dismisura. Ben presto mio padre fu costretto, si COSTRETTO, e mi rivolgo anche a quell’insensibile di Teresa che ha commentato su questo blog, ad allontanarsi da me. Quando ho avuto 18 anni sono corsa da lui, ma era ammalato e poco dopo è morto.

Maledetta mamma che so che leggi sempre questo blog insieme a V, voglio dirti che ti odio profondamente, e che spero con tutta me stessa che i tuoi ultimi anni siano mostruosi e pieni di rimorsi e che tu non possa vivere mai in pace con il tuo secondo marito.

Maledetta tu e maledette tutte quelle donne che si comportano come te. Cosa credete di fare separandoci dai nostri padri? Pensate forse che il richiamo del sangue non conti? Pensate che noi figli siamo proprietà soltanto delle madri? Mi hai rovinata cara mamma, come figlia, come moglie e come madre. Non voglio figli, per me è stato brutto essere una figlia, solo ed esclusivamente per colpa tua.

Ho paura di diventare madre perché potrei diventare come te.

 

Fonte: http://familiafutura.blogspot.com/2006/06/mamma-ti-odio.html

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 275510

173 comments for “Mamma ti odio — lettera di una ragazza vittima di alienazione genitoriale

  1. 7 Settembre 2020 at 21:46

    PER ALEXIA che ha scritto il 13 Agosto.. Alexia…io credo che tu non abbia proprio letto questi sfoghi.. io credo che tu abbia letto solo quel che volevi tu.. come puoi giudicare il dolore e l’angoscioso tormento interiore di chi viene picchiato, offeso, umiliato, durante l’infanzia o l’adolescenza? Noi pretendiamo madri perfette, asessuate e senza emozioni??? No! Io avrei voluto semplicemente una madre che non iniziasse a picchiarmi senza motivo, a offendermi, mortificarmi senza che avessi fatto niente, a sputarmi (si, me lo ricordo) solo per esternare il suo nervosismo.. ho sempre avuto un carattere timidissimo, dolcissimo, quasi autistico, studiosa e a testa bassa, mai risposto indietro.. per cui se ti viene in mente di dire che in qualche maniera me lo sarei meritato.. anche no.. ecco perché il tuo commento mi fa tanta rabbia..
    Adesso, a 42 anni sono io che devo continuare con la psicoterapia per cercare di dimenticare la violenza (fisica e verbale) con cui sono stata cresciuta.. non lo trovo giusto..
    Non era molto più semplice trattar bene una persona e darle dei complimenti una volta ogni tanto?

  2. Anto
    30 Ottobre 2020 at 21:14

    Quando sento che dei bravi genitori muoiono in giovane età mi dico perché qsti no! Sono mostruosi di animo , con la lingua e con il cuore. Lei se possibile molto di più perché frustrata a causa delle sue origini ( sua madre era una donnaccia) nn sa neanche di chi sia figlia, lui invece è una banderuola che a giorni la critica e la mena pure e altri giorni la asseconda nella sua follia. Urlano e bestemmiano come due matti e sono stati due insegnanti qsti , figuratevi un po’ che insegnanti… è vergognoso essere loro parente! La cosa che auguro a lei è di fare una morte lenta , di consumarsi e di soffrire per tutte le cattiverie e tutte le maledizioni che mi ha augurato sarebbe una forma di risarcimento per me, a lui di crepare di colpo perché io di certo nn mi occuperò di nessuno.

  3. Valentino
    11 Novembre 2020 at 20:59

    Ti capisco certi genitori possono essere dei mostri e purtroppo abbiamo sempre avuto delle leggi e degli avvocati che per principio hanno sempre lasciato libere le mamme di fare tutto quello che volevano anche le peggiori mostruosità e di rovinare la vita dei mariti e dei figli.
    Quando ci sono problemi in famiglia nessuno vuole mai considerare obiettivamente la cosa, le mamme hanno sempre solo tutte le ragioni e tutte le colpe vengono sempre e solo addossate e fatte pagare ai papà.
    Certamente cattivi genitori possono essere le mamme tanto quanto i papà, ma il problema è della legge che da sempre solo ragione alle mamme e sempre solo torto ai papà anche senza nulla su cui basarsi solo per pregiudizio.
    Ho visto tante vere e proprie arpie che si sono potute approfittare di questi pregiudizi (e degli avvocati che li supportano molto fortemente) per ottenere tutto quello che volevano rovinando la vita agli altri. Poi questi sono i risultati. Complimenti a queste leggi e al modo in cui vengono applicate che fa veramente schifo.

  4. 25 Novembre 2020 at 17:52

    Sono madre e divorziata da oltre 20 anni , il mio ex si e risposto ugualmente io mi sono rifatta una vita . Ho una figlia da lui , e un figlio nata dal secondo rapporto . Insieme ai figli e alle due nostre coppie rifatte ,passiamo i natali Pasque e abbiamo costruito un buon rapporto per i figli . Il mio ex non ha avuto altri figli , e con mio figlio nato dalla mia nuova relazione ha un rapporto quasi come se fosse suo figlio . Da lui ho avuto una figlia che insieme al figlio nato dalla seconda relazione hanno un rapporto importante di fratelli che si amano perché hanno avuto dei genitori che hanno lavorato per tenere unito un gruppo di persone fatto di rapporti sentimentali vecchi e nuovi ma che in primis hanno capito che dare un senso di appartenenza ci vuole rispetto e affetto .nessuno fa tutto giusto ,ma cerchiamo di sbagliare meno che possiamo , solo per cercare una stabilità emotiva . E difficile molto difficile , prova a fermarti e perdonare , non dico dimenticare perdonare , e vai avanti nella tua vita vedrai che sarai più serena ,a volte non si e madri perché si porta un figlio in pancia , perdona ma chiudi questa porta per la tua serenità .

  5. Mara
    22 Dicembre 2020 at 07:29

    Mi piace molto la frase, perdona ma chiudi questa porta per la tua serenità. È molto profonda. Vera e sincera. Grazie Lala spero che ogni persona stia bene dentro di se e anche mentalmente.

  6. Maria
    16 Gennaio 2021 at 18:28

    Capisco in pieno la situazione,il profondo dolore.Mi è successo,mia ” madre biologica” come la sento,mi manipolò tutta la mia vita.Non ricordo di lei una carezza,un baccio, parassita ed autoritaria,bugiarda,faceva con me quanto voleva, da lei scapparono marito e figli,sono rimasta con una sorella nelle sue mani,quanto abbia vissuto è stato disastro.Faceva che la idolatri,mi cancello in tutto,da bambina mi sono detta non sposarmi mai,mai avere figli,ho lavorato come poteva e studiato sempre,sono professionale ma per lei non ho potuto svolgere mia professione,era lei prima.Morta,con il tempo cominciai a domandarmi,mi trovai vuota,senza autostima,devo cominciare da capo, già adulta.Es tema tabù,penso non tutta donna può essere madre,una donna malata psichicamente,egoista,parassita,autoritaria,falsa,trasmette suo modello mentale.Sono andata nel più profondo del mio essere,a riscattarmi,la persona libera.Sarà difficile mio cammino,ma ” con mio essere libero” andrò avanti.Chiudo una storia en estremo dura,io sono viva.

  7. Penelope
    6 Febbraio 2021 at 23:42

    Non si può giudicare chi arriva ad odiare una madre, alme o che questa non sia pazza. Io ho una madre, e chiamarla madre mi dà vomito. Ci sono cose che ho ricevuto che possono solo ricordarmi alcuni film. Non sto qui ad elencare ciò che ho subito e subisco, nonostante non abiti in casa con lei e io sia adulta. Se si arriva a stare così male ed a provare un odio così forte (che fa male soprattutto a chi lo prova) ci sono ragioni. E molto profonde. Grazie a chi ha cuore per capire. E col cuore sono vicina a chi subisce, come me, tutto questo. Io non sto male perché non ho mai avuto una madre, ma solo una che mi ha partorita e mi ha fatto sempre pagare questo! Io ho schifo e vomito ad essere uscita da un mostro del genere.

  8. Elena
    2 Aprile 2021 at 16:05

    Anche io sono stata vittima di alienazione genitoriale. All’inizio ne ho sofferto moltissimo ma poi ho capito che mia madre ha fatto benissimo perché era veramente uno “strunz”. Ogni caso è diverso 😉

  9. Camilla
    2 Aprile 2021 at 23:29

    Mio padre è morto giovane, lui mi difendeva in tutto lei mi criticava sempre. Ho un fratello più grande di me, a lui era permesso tutto. Gli sbatteva la porta della sua stanza in faccia, non studiava insomma era uno che travve che drogarsi e fumare si faceva i cavoli suoi. Era sempre a lezioni private, ma non studiava uguale. Lui sempre vestiti di marca io unnpsio di pantaloni con i soldi regalati da mia nonna, scusa lui era più grande.
    Ad un c’ero punto partì papà si ammalò scendeva ogni tanto, nemmeno dal medico per prescrivere i farmaci. Io mi diplomati con il massimo dei voti lui molto più grande con il minimo…. Io feci tutto per mio padre lui con la scusa che si impressiona a, nulla… Insomma non gli fregava.
    Io poi ebbi dopo la morte di mio padre dopo qualche anno dei problemi di salute, con difficoltà mi laureati, per me non c’erano soldi per il matrimonio di lui si. Mi dovetti laureare velocemente…. Non ebbi da lei nulla nemmeno un mazzo di fiori.
    Ma io ero abituata. Per lui poi per loro è i suoi figli ci sono soldi… Al mio matrimonio mi dovetti fare tutto da sola, a quello di mio fratello alla moglie un diamante. Quello che consideravo mio fratello mi usò perché era solo per testimone battezzare la figlia, insomma quando la mia malattia si fece pesante non mi volle aiutare. Anzi mi chiamarono pazza…. Con la scusa con scesero più giù. Lei le paga le vacanze, la chiamano con numero privato. Si ruppe tre anni fa’ il femore in piena estate lui non venne, solo io mi occupati di lei, lui andò in vacanza… Ora ad oggi si lamenta. Gli portavo due volte al giorno il mangiare, quello dell’ospedale non era di suo gradimento. Io ero stata operata a Luglio non ero in forze premetto….
    Poi fece la riabilitazione, mi fece impazzire con i pigiami le scarpe, con tutto… Soldi presi da casa mia. Mio fratello biologico perché é biologico non altro per me.. O chissà…. Non volle saperne nulla.a fine ottobre ritornò a casa sua alla mia non volle venire. Mio marito gli fece di tutto… Alla fine venne accusato di avergli rubato, dopo tre anni, soldi. Come avrebbe fatto?
    Ora il figlio finalmente, so che gli ha detto o io o lei, ma giù non scenderà mai..
    Mi aveva regalato più di 16 anni fa’ due anelli che le aveva regalato mio padre che non le entravano più. Io le festeggiati il suo compleanno regalandogli una costosa catena con una croce molto bella, con orecchini. Ed ad ogni compleanno sempre così…
    Lei no.. Manda sdi circa 1500,al figlio. Sapendo che sono stata senza soldi. Io ora non voglio un euro.
    Dopo che è tornata dalla riabilitazione, non ci hanno detto tre quattro giorni prima, ma la sera precedente. Io non gli ho pulito casa che era stata chiusa. Mi rinfaccio ciò. Premetto avevo un ago cannula, veniva l’infermiere a mettermelo per farmi le flebo… I principi di Dicembre mi sentii male feci le analisi l’emoglobina talmente bassa che dalla clinica privata chiamarono il pronto soccorso. Trasfusione due litri di sangue.
    Lei fredda non gli frego’nulla. Ora dice che è stato mio dovere. Pochi giorni fa’sono caduta dalle scale, mio marito era in riunione chiamai lei era nervosa apriva e chiudeva il telefono di casa. Il telefonino bloccato.
    Se è una madre. Non ha mai voluto che ebbi figli, perché al sud nonostante laurea e altri titoli lavori poco. Quindi ora vorrei avere un figlio ma forse ho un tumore ho quasi 44 anni. Il figlio ha potuto avere due figli. Che lei adora. Ora non mi vuole più vedere se muoio o no non gli interesso. Vuole solo il figlio e i nipote che so che giù non verranno mai.
    Caduta non si è preoccupata nemmeno cosa avessi. Mi ha usata. Mio padre non glielo avrebbe mai permesso, ma ormai sono 20 anni.
    Mi sento sola. Mio marito non c’è mai.
    Spero di aver un tumore, perché l’idea di non avere un figlio, di non trovare un lavoro. Meglio la morte lì ho chi mi ama mio padre i nonni.
    COME FARE A ODIARE CHI TI ODIARE, INVECE TU AMI….

  10. Valentina
    26 Aprile 2021 at 21:02

    Ti capisco i genitori spesso rovinano la vita dei figli la madre più di tutti!!!

  11. Fede89
    7 Giugno 2021 at 14:47

    Io spero solo una cosa …che la mia muoia… ha più di 70 anni
    e una cattiveria che è aumentata di anno in anno, chissà posso iniziare a vivere io. Solo qsto. Qsta distruggerà le nostre vite fino alla fine.

  12. Simona Pallotta
    11 Giugno 2021 at 21:11

    Mia madre non mi ha mai stimato be sostenuto non ha mai assecondato i miei sogni sempre sminuendomi ora sono in terapia e devo dire che non amo mia madre mi occupo di lei perché devo ma il mio cuore è per mio padre vittima anche lui di una donna incapace di amare

  13. carmine
    24 Luglio 2021 at 22:47

    Sono capitato per caso ,sono demoralizzato purtroppo la mia ex ha deciso di separarsi dopo 25 anni,e dopo che anno detto che soffriva di una forma di borderline .ho cresciuto una figlia da solo per 7 anni e negli anni della sua adolescenza e riuscita a portarmela via ,e mi sono ritrovato,da quanto eravamo legati tra padre e figlia adesso non so più nulla di lei.ce lo messa tutta per cercare un rapporto ,ma sua madre e riuscita allontanarmela da me.Con le sue bugie e le fa fare quello che vuole,tante cose che con me non potrebbe fare.
    Mi manca il respiro ,sto cercando di andare avanti per l altra figlia che ora mai e una donna,e vive con il suo compagno.Ma non cè giorno che non penso a l altra figlia.

  14. elisabetta
    14 Novembre 2021 at 20:46

    ciao concordo con tutte voi amiche virtuali sono contenta di vedere che non sono l’unica ad avere una mamma col diavolo in corpo mio padre e morto un paio di giorni fa’ era il mio grande papino e con la morte del cuore sono andata una ora prima che morisse come si fa’ a cacciare una figlia e chiamarla bastarda davanti ad una persona che sta’ x andare nell’aldila’ premetto che a fatto soffrire le pene dell’inferno a mio padre e sono contenta che a finito di soffrire adesso mi auguro con tutto il mio cuore che lei vivra’ il piu’ a lungo possibile x patire le pene dell’inferno deve morire sola questo e’ solo il mio desiderio spero che venga esaudito da lassu’

  15. enzo
    20 Aprile 2022 at 14:30

    anche la mia attuale compagna ha iniziato a non farmi vedere i bambini dicendo che stanno male, o si fa come dice lei o i bambini non me li da.. donne del genere sono una vergogna per l’umanità, mia cara ti capisco, i bambini sono delle vittime bisogna in tutti modi lasciarli al di fuori delle liti, ma mamme malvagie e cattive esistono ancora.

  16. Yulla
    29 Aprile 2022 at 11:00

    Una madre cattiva e aggressiva come la mia, può fare danni irreversibili. La odio immensamente, nn ha mai sorriso, nn ci ha mai abbracciato, nn ha mai incoraggiato me e mio fratello, solo cattiverie abbiamo sentito da quella sua maledetta bocca. Ha sempre invidiato amici e parenti, in tutto persino sulle realizzazioni dei figli… ha 72 anni ed una forma di deterioramento cognitivo in pratica ripete sempre le stesse cose, ma cattiverie solo e soltanto quelle…. io onestamente spero che muoia. Prima del mio povero padre che la sopporta e che avrebbe diritto almeno a un po’ di riposo, nella parte finale della sua vita.

  17. Cascky
    4 Giugno 2022 at 22:10

    A volte mi chiedo ma possono esistere persone anzi madri, incapaci di qualsiasi forma di tenerezza nei confronti dei figli, e peggio ancora delle nipoti?? Si , la donna che ha generato me e mio fratello e, che nn chiamerò mai madre , si! È la persona più cattiva , aspra, ignorante e mostruosa del mondo! Una strega malvagia con una malignità pronta per tutti. Nn ha mai abbracciato , che dico cercato le nipoti, mai! Neanche quando erano piccole.la sua cattiveria supera qualsiasi limite…. io, spero che crepi. Pagherò davanti a Dio per qsto, ma onestamente l’ inferno l’ ho vissuto qua ,nn credo di meritarne altro.

  18. MG
    18 Agosto 2022 at 20:34

    Leggo questo commento che è di due anni fa’. L’ho trovato cercando qualcosa che parlasse della mia condizione. Ho vissuto 27 anni con una donna che ho amato con tutto me stesso. Abbiamo avuto tre figli meravigliosi. Ho messo loro davanti a me stesso. Negli ultimi anni le difficoltà dolorose che fanno parte della vita matrimoniale sono peggiorate, hanno preso forme intollerabili. Dal 2018 il bisogno di separarsi è diventato irreprimibile perché gli scontri erano sempre più duri e mi sentivo “morire”. Nel 2019 sono stato costretto a chiedere il divorzio perché da tempo ero trattato come un estraneo. Da lì è iniziata la discesa all’inferno. Ha messo in scena una fuga con il figlio minore e la polizia piuttosto che aiutarmi come avrebbe fatto a parti invertite, mi ha maltrattato. Poi ha simulato un pericolo e mi ha minacciato di denuncia se non me ne andavo su due piedi. Assediato da lei, dal figlio manipolato, dalla minaccia di avere contro le FFOO sono uscito di casa con quello che entrava in auto. Non mi ha più restituito la mia parte di beni e le foto di 27 anni di vita. Ha fatto in modo da rendere impossibile come nel tuo caso la relazione con i figli. Ho dormito in auto, in una casa senza luce, ecc. Ha distrutto le mie relazioni con vicino, amici, familiari. Mi ha portato via tutto il denaro. Mi ha perseguitato e mai ha risposto alle più elementari richieste anche riguardo il figlio minorenne.
    Sono passati tre anni. Continuo a ricevere richieste di soldi e fatture di avvocati. Ma il peggio è che ho perso il mio posto di padre.
    Oltre alla perdita della persona amata, perdere tutte le altre è una vera morte. In più è come essere un morto che vede i vivi ma non può comunicare con loro.
    Io sto cercando di rassegnarmi ma non riesco.
    Vorrei saper vivere come se …non riesco. Non so nemmeno cosa pensino i figli di lei e di me perché non sembrano interessanti. Eppure io vedo in questo una parte del loro essere.
    Io sono sopravvissuto a questo ma per due anni … diciamo che sono caduto molto in basso. Il silenzio è assordante.
    Come padre mi sento di mandarti l’abbraccio che manderei a mia figlia e che lei non vuole.
    Mi viene da piangere. Spero che ti possa aiutare. Quando dovessi poter perdonare tua madre sarai libera.

  19. p
    18 Settembre 2022 at 18:08

    mio padre era un pezzo di pane. è morto n 2020.mia madre si occupa solo dei nipoti, io non ho voluto figli,quindi che problemi ho? , secondo lei….quindi io sono la figlia inutile,sterile e zitella…ma tra poco sarà lei ad aver bisogno….vedremo…ma non credo avrò il tempo per lei…..

  20. Elisabetta
    21 Settembre 2022 at 12:49

    Buongiorno mi chiamo Elisabetta ho 59 anni ed anche io ho una mamma che a dir poco a il diavolo in corpo x tutta la mia vita mi ha sempre criticato picchiata umiliata mi ha sempre fatto sentire una nullità ultima sua cattiveria aver profanato la tomba dove riposa mio padre a tolto con rabbia un cuore che ho fatto mettere da parte mia a mio padre e questo è veramente inaccettabile spero che muoia presto perché persone così cattive non meritano di vivere su questa terra ma devo stare al proprio posto cioè l’inferno

  21. Davide
    9 Ottobre 2022 at 01:21

    Non giudicate.genitori si sentono propietari dei loro PARTORITI

    chi non sta bene con se stesso non deve azzardarsi a mettere al mondo una vita per distruggerla. Mostri

  22. Lilly
    31 Ottobre 2022 at 09:10

    Credo che augurare la morte a un genitore sia la cosa più contronatura al mondo… ma averne una come qsta ( madre nn voglio proprio usare il termine)è il peggiore dei mali che la vita ti possa riservare… una iena, una donna di una cattiveria verbale e fisica inaudita, un essere così brutto che ho schifo solo a nominare, una persona che guarda solo gli altri e i figli degli altri è di una invidia mostruosa….. la odio, spero che crepi, Dio mi perdoni.

  23. Valentina
    28 Gennaio 2023 at 10:43

    Ho 48 anni e l’inizio del mio divorzio ha fatto emergere qualcosa che non avrei mai creduto potesse succedere: i miei genitori hanno immediatamente preso le distanze da me, hanno tentato di farmi ricoverare in un reparto psichiatrico e per farlo hanno allertato in più occasioni le forze dell’ordine descrivendomi come una alcolizzata, drogata e pericolosa. Tutto perché non volevano che in Tribunale dimostrassi che quanto sosteneva mio marito era falso, poiché i soldi, le case, le auto le aveva avute sempre e solo mio fratello. Ed infatti a due settimane dalla prima udienza mi hanno sottratto l’auto (regalatami ma intestata alla società di mia madre) che ho poi saputo hanno venduto, mi hanno allontanata dall’appartamento dove vivevo (che mio padre aveva donato a mio fratello e che ora gli ha ricomprato dandogli 250.000 euro, pretendendo lo sgombero immediato che puntualmente è stato fatto senza che io potessi riprendere le mie cose, rimaste per otto mesi alla mercé di mia madre e mio fratello) ed ora hanno fatto sparire tutto tra cantine e garage di cui non ho le chiavi.
    Hanno distrutto la mia vita, mi hanno tolto ogni cosa (mesi a piedi ospite di estranei emarginata ed additata come una poco di buono) mio padre da oltre un anno non mi parla nemmeno più, mio fratello ha avviato numerosi procedimenti penali a mio carico quando invece fu lui a picchiarmi in casa mia e poi ad aggredirmi per strapparmi il telefono e distruggerlo perché conteneva le registrazioni audio delle loro violenze, mia madre mi aveva infine ospitata da lei ma appena trovato lavoro mi ha rimessa alla porta di nuovo sottraendomi quelle poche cose che avevo recuperato, e questo colpo mi è stato fatale.
    Vivo ogni giorno il loro tradimento, per tutta la vita mi hanno sempre convinta ad obbedire e fare come volevano loro con la scusa che a me avrebbero sempre pensato loro, promettendo che mi avrebbero sempre tutelata, mentre nell’ultimo anno sono stati proprio loro a compiere ogni sorta di azione a mio danno, per ridurmi in miseria, sola e ferita.
    Togliermi casa e automobile, revocare fidi costringendomi a chiudere i miei conti correnti e a vendere i miei gioielli e argenti per mangiare (sapevano che non percepivo più l’assegno di mantenimento perché mio ex marito ha approfittato della mia improvvisa situazione drammatica per ottenere vittoria in divorzio), farmi affrontare da sola la causa di divorzio contro mio marito avvocato, senza poter assumere dei difensori, denunciarmi per minaccie con uso di armi (per fare sì che fosse un reato d’ufficio e venissi perseguita addirittura dalla procura), dipingermi ai servizi sociali come una sbandata proprio in corso di divorzio
    Ho perso in 3 mesi 25 chili arrivando a pesare 38 chili, ma in loro non ha suscitato alcuna compassione. Ho scoperto che mia nonna aveva lasciato a me il suo enorme patrimonio e loro me l’hanno sottratto con l’inganno: la nonna fu inabilitata e rinchiusa mentre io fui fatta socia di una loro società e tramite firme false mi fecero riversare tutto il mio lascito nelle loro mani. A me non hanno voluto dare nulla, ma non era questo il problema. Il problema è che sono stati disposti a farmi di tutto pur di chiudermi la bocca. Avrebbero potuto sistemarmi e lasciarmi vivere tranquilla con quelle che per loro erano briciole (prendevo 1.500 euro all’anno,pensate che mio fratello 20.000 li spende in un mese!) ed invece sono determinati a schiacciarmi. A rendermi assolutamente non credibile, a farmi passare per un’avida che sperpera il loro denaro quando l’anno scorso ho vissuto con neanche 5.000 euro in tutto patendo la fame
    Le loro conoscenze tra le forze dell’ordine hanno garantito che io non venissi mai ascoltata o creduta, mentre loro non sono mai stati messi di fronte alle loro responsabilità (nemmeno le registrazioni audio vengono prese in considerazione, addirittura mio fratello ha lui stesso dichiarato di avermi sottratto e distrutto il telefono e nessuno ha fatto nulla), hanno potuto macchiarmi la fedina penale quando per tutta la vita non avevo mai avuto un solo problema con la giustizia! A differenza di mio fratello che fu processato per spaccio, rissa, truffa, aggressione ecc, che ha potuto vestire i panni della vittima impaurita (150 kg 1m90), protetto da padre e madre che invece per lui hanno fatto sempre di tutto, persino l’anno scorso che hanno messo alla porta me comprare invece una villa in collina per lui, che già vive in un lussuoso appartamento messogli a disposizione da mia madre e possedeva anche quello dove abitavo io.
    Mia madre per difendere lui ha dichiarato il.falso.contro di me: era presente quando mi picchiò selvaggiamente ma giurò che non mi aveva toccata e fece fare a lui la denuncia per primo nel timore che io quella volta lo andassi a denunciare (e invece non ci ero andata, come tutte le altre volte).
    Il dolore che provo non si può descrivere: ho dovuto e devo constatare ogni giorno che a nessuno di loro importa di me. Non fanno nemmeno quei minimi gesti che fanno invece per gli estranei (per esempio con le cameriere o i dipendenti sono più interessati e preoccupati). Mio padre mi ha rimossa. Mio fratello vuole tutto per se e tenta in ogni modo di rovinarmi la vita. E mia madre è sicuramente affetta da un disturbo patologico della personalita, che la porta a fare delle cose che configurano veri e propri atti criminali: passa dal volermi bene ed aiutarmi a volermi annientare con ogni mezzo possibile…
    Come si supera questa mostruosa consapevolezza di essere sempre stati imbrogliati dai propri genitori, rivelatisi assolutamente egoisti, disinteressati e spregiudicati? Dopo tutto quello che hanno posto in essere è ovviamente impossibile che io possa uscirne da sola, non perché non voglia assumermi le mie responsabilità ma semplicemente perché non ho le risorse economiche necessarie ed indispensabili per potermi difendere in tribunale e sostenere tutte le spese..
    Quando a loro non sarebbe costato nulla lasciarmi in pace, non attaccarmi, continuare a fornirmi quel piccolo sostegno e non mettermi in tutte quelle difficoltà che ora richiedono grandi sforzi per essere risolte.
    Mi risveglio ogni mattina in questo incubo terribile e non so come uscirne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *