La Corte d’Appello di Venezia affida una figlia al padre per proteggerla dall’alienazione

(12.2.2020) Una sentenza della Corte d’Appello di Venezia del 16 dicembre 2019 assume provvedimenti preventivi contro l’alienazione parentale.

Infatti la figlia non è ancora completamente alienata, ma ci sono tutti gli elementi per pensare che l’intenzione della madre e della famiglia materna sia quella di metterla contro il padre. Per questo la Corte d’Appello decide di affidarla in modo esclusivo al padre, limitandone i contatti con la madre e la famiglia materna.

Dalla prima c.t.u. risulta infatti, in capo alla (…) una scarsa flessibilità in tema accettazione della situazione di ripristino delle relazioni tra padre e figlia; si evidenzia la volontà della (…) di mantenere la figlia per sé estromettendo il padre; si evidenzia l’assunzione dal parte della (…) di decisioni contrarie a quanto concordato e suggerito durante la consulenza e non condivise con il (…); si evidenzia la appresentazione di versioni non “veritiere” portate dalla stessa periziata; si evidenzia la resistenza delle proprie convinzioni e soprattutto il fatto che nessuno, nemmeno la Giustizia, potrà modificarle; si evidenzia una dinamica disfunzionale, in cui in particolare la (…) mostra una escalation relazionale che crea un clima di elevata tensione, anche in presenza della minore; si evidenzia, nonostante il rapporto positivo ed equilibrato della minore (…) con il padre, l’influenza della famiglia materna e il tentativo di quest’ultima di “risucchiarla” nel vortice di allineamento e di conflitto di lealtà con prospettive future rischiose e dannose; si evidenzia la volontà preclusiva della (…) rispetto al diritto dovere paterno di partecipare alla crescita e all’educazione della minore. Questo è stato accertato non solo sulla base dei colloqui clinici ma anche in forza dell’osservazione dei comportamenti della (…); in assenza di elementi contrari relativi alla posizione del (…) in tema di capacità genitoriale.

La sentenza è stata pubblicata dal portale giuridico specializzato Persona e danno.

Non risultano ancora prese di posizioni da parte dei siti negazionisti. Se ci saranno, possiamo immaginarne il tenore: “Affidata al padre violento”, “Madre protettiva privata della figlia”… ecc. ecc. Invece si tratta di un provvedimento dovuto e tempestivo, nell’interesse della bambina. Se in tutti casi come questo si operasse con la stesas tempestività, l’alienazione parentale sarebbe un problema risolto.

Qui sotto il PDF della sentenza:

App.+Venezia+sez.+III+16.12.19.pdf

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 5916

2 comments for “La Corte d’Appello di Venezia affida una figlia al padre per proteggerla dall’alienazione

  1. Pablo javier ritacco
    12 Febbraio 2020 at 14:44

    Io sonno italoargentino la mamma de mio figlio sta faccendo la stesa cossa con la famiglia..scussa non scrivo bene…sonno 5 anni che non so niente de mio figlio sto in argentina non o soldi per un abogatto…mi stanno rubando mio figlio..

  2. 19 Gennaio 2021 at 13:53

    Ciao, da 6 anni e mezzo separato con 2 figlie 12 e ormai 18 anni……sentenza finale ..dopo soldi…dolore…speranze…..servizi sociali ..psicologi ecc, ecc. La quale sentenza dichiara che la madre ha contribuito all alienazione delle ns figlie verso il padre , …..nonostante questa vittoria di Pirro….che cosa ho ottenuto?….Nulla….se dall altra parte c e un genitore che vi voglia alienare i figli , e .gli stessi ..passano tutto il tempo con essa/o…..credetemi…..non c e’ nulla fare ….Più li avete amati. Più cercate di fare tutto per loro….e più la delusione sara’ grande. L alienazione genitoriale per chi non la conosce da dentro non la può capire……se i tuoi figli ti rifiutano per la maggior parte delle persone vi giudicheranno in modo che qualcosa hai combinato..insomma si …non si prende mai in considerazione che il plagio fatto da un genitore ad un figlio e’ completo, assoluto e netto…..proprio perché effettuato da tua madre O tuo padre…..Per farvi un esempio, il meccanismo e’ quello delle Sette…sia religiose che altre….anche le persone adulte vengono plagiate, figuriamoci un bambino……se poi il capo della Setta e’ uno dei 2 genitori……potete immaginare quanto difficile sia venirne fuori.
    IN SOSTANZA, IL CONSIGLIO CHE DO A TUTTI QUEI GENITORI SIA PADRI CHE MADRI ALIENATE, DOPO AVERE PROVATO IN TUTTI I MODI DI RIAVERE VS FIGLI CON VOI , E’ QUELLO DI LASCIARE TRACCIA DEI VOSTRI SFORZI….NS FIGLI FORSE UN GIORNO AVRANNO VOGLIA DI CAPIRE QUALCOSA IN PIÙ ..FORSE…..E CAPIRANNO CHE PADRI E MADRI REALMENTE SIAMO…….PADRI E MADRI CHE AMANO I LORO FIGLI PIÙ DI OGNI ALTRA COSA….MA CHE LA RABBIA E IL RANCORE DELL ALTRO GENITORE HANNO DISTRUTTO TUTTO QUESTO AMORE…
    …..NEL FRATTEMPO VIVIAMO..MANDIAMO MESSAGGI CONTINUI AI NOSTRI IFGLI , ANCHE SE NON LI LEGGONO….FACCIAMO DI TUTTO PER NON AUTOALIENARCI……E SE QUALCHE GIORNO STIAMO BENE..NON SENTIAMOCI IN COLPA…NOIMPER I NS FIGLI CI SAREMO SEMPRE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *