Nomi di bambini usati per il negazionismo della PAS

L’ultimo convegno femminista finalizzato a cercare di negare che la PAS è abuso sull’infanzia viene dedicato dalle organizzatrici a bambini allontanati da madri alienanti rivoltesi ai negazionisti.

La circostanza già spiacevole dell’utilizzo in chiaro del nome di bambini diventa vergognosa quando viene utilizzato anche il nome della piccola A.G., allontanata dai genitori per una apparente dubbia vicenda di droga (che quindi nulla ha che fare con la PAS tanto che i genitori sono ancora uniti), nella quale la magistratura ha forse realmente ecceduto.

Ebbene, i veri genitori di A.G. sembrano sconcertati in quanto da documenti legali (pubblicati su internet) sembra che le persone presso cui A.G. è stata domiciliata le abbiano detto che i suoi genitori sono cattivi (frasi alienanti), tanto che la piccola ora direbbe che vuole solo la sua nuova famiglia affidataria e non più i veri genitori.

Circostanza che indica una possibile alienazione genitoriale dalla quale la piccola dovrebbe essere tutelata.

Se non fosse che i suoi genitori per la disperazione si sono avvicinati ai negazionisti dell’alienazione genitoriale, forse attratti dalla guerra santa contro la magistratura che protegge i bambini allontanandoli da genitori alienanti o comunque inadeguati.

L’unico uomo presente al convegno attacca non solo la PAS ma addirittura l’alienazione genitoriale ed i vari concetti equivalenti, segno che forse ha capito la totale inutilità delle polemiche sulla S di PAS.

 

Dedicato a Leonardo, XXX

Pina Tommasielli, Assessora alle Pari Opportunità Comune di Napoli

E’ stata invitata
Flo Clucas, Presidente ELDW European Liberal Women’s Network

Avv. Elena Coccia, Vice Presidente Consiglio Comunale di Napoli

Dott.ssa Paola Miele Caccavale, Psicologa, Membro Associazione Duecon
Avv. Flora Antinolfi, Associazione Giuristi Democratici Napoli

Dott.ssa Rosaria Esposito, Counselor

Dott.ssa Sara Vatteroni, Membro ELWN European Liberal Women’s Network – Responsabile Nazionale Dipartimento Democrazia Paritaria Italia dei Valori

Dott.ssa Maria Serenella Pignotti, Neonatologa, Pediatra, Medico-legale Meyer di Firenze, Membro della Consulta di Bioetica Fiorentina

Dott. ssa Sonia Vaccaro, Psicologa clinica, autrice del libro ‘’P.a.s, presunta sindrome di alienazione parentale’’ Ed. It

La P.a.s, strumento ‘’ad hoc’’ per allontanare i bambini dalle famiglie. Recenti mistificazioni per continuare ad usarla nei Tribunali
Dott. Andrea Mazzeo, Specialista in Psichiatria- Dirigente CSM di Lecce

Avv. Annamaria Raimondi, Associazione Nazionale D.i.RE (Donne in rete contro la violenza),
Dott. Elvira Reale, Psicologa, Presidio Ospedaliero S. Paolo – Sportello Antiviolenza donne e minori

Avv. Simona Molisso, Consigliera Comune di Napoli

Bilancio sessuato: il più difficile da realizzare
Stefania Cantatore, portavoce UDI Napoli

Amalia Beatrice, consigliera comunale Italia dei Valori

Donne, lavoro e mezzogiorno
Teresa Potenza, Segretaria Camera del Lavoro Napoli
Avv. Enza Tempone, Associazione Giuristi Democratici Napoli
Avv. Claudia Piccolino, Associazione Giuristi Democratici Napoli

Roberta Lerici, Presidente Associazione Bambini Coraggiosiwww.bambinicoraggiosi.com Responsabile Infanzia Italia dei Valori, Ufficio Sen. Pedica, Membro Direttivo Movimento per l’Infanzia

Link per sapere cosa sono le organizzazioni CEDAW e Giuristi Democratici.

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2549

5 comments for “Nomi di bambini usati per il negazionismo della PAS

  1. Ildikò
    10 aprile 2013 at 16:13

    In Ungheria non fanno questi errori,infatti tutti genitori sono felici,tutti bambini sono felici,e tutti vogliono fare figli…quindi meglio.

  2. Ildikò
    10 aprile 2013 at 16:23

    Tutto per prendere più soldi possibile…

  3. Ildikò
    10 aprile 2013 at 16:32

    Nessuno non ama così i propri figli ,come i genitori ….l.altri vedono i bambini degli altri come se sono animaletti domestici…

  4. Ildikò
    10 aprile 2013 at 16:34

    Ciao professor Marco C. (università Bicocca) come sta?

  5. Ildikò
    10 aprile 2013 at 19:11

    Puoi i bambini tolti in Ungheria (chi si possono essere visitanti nella fine settimana dai genitori)dopo un periodo vengono ridati ai genitori originali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *