“Non ho più contatti con i miei figli e il padre li mette contro di me” – Catherine Meyer

Nel 1999 Catherine Meyer ha rilasciato questa intervista alla trasmissione Charlie Rose Show trasmessa dalla rete americana PBS. L’intervista evidenzia la forza d’animo di questa donna che a dispetto del suo status privilegiato ha visto completaemente disattesi i suoi diritti umani più elementari. Nell’intervista Catherine Meyer parla anche dell’alienazione parentale e del grave abuso psicologico che viene compiuto sui minori da coloro che cancellano nella loro mente la figura di uno dei due genitori.

 

Domanda (Charlie Rose): “Cosa spera adesso?”
Risposta (Catherine Meyer): “Per il mio caso ho pochissime speranze. Conosco i miei figli, so che i ricordi su di me sono stati distrutti, so che probabilmente hanno dimenticato come era Londra, perché tutto ormai è stato loro raccontato in un modo diverso, ma spero solo che… sono sicura che il sentimento della mamma è ancora con loro. Sono sicura che sono molto confusi, capiscono che qualcosa non sta andando nel verso giusto, ma non possono sapere che sto lottando per loro. Hanno detto loro che io li ho abbandonati, ed è quello che credono, perché quando un bambino è piccolo e la mamma non è con lui, e il padre gli dice ‘La mamma ti ha abbandonato’ il bambino gli crede, pensa che se veramente la madre gli volesse bene sarebbe lì con lui. Però so che quando cresceranno verranno a cercarmi. Ma per loro comunque sarà una cosa estremamente traumatica”

La storia di Catherine Meyer

Catherine Meyer  ha vissuto in Germania nel corso degli anni ottanta ed è stata sposata con un cittadino tedesco da cui ha avuto due figli per poi divorziare. Nel 1994 il padre dei suoi due figli dopo una vacanza si rifiutò di farli tornare a Londra dalla madre e li trattenne con sé in Germania. La signora Meyer ha dovuto intraprendere una lunghissima battaglia legale per rivedere i suoi due figli, che ha potuto incontrare di nuovo solo nove anni dopo, nel 2003.
Durante il servizio prestato dal secondo marito come ambasciatore a Washington la signora Meyer si è dedicata alle campagne contro la sottrazione internazionale ed al sostegno di altri genitori che come lei avevano i figli in Germania o all’estero e non riuscivano più a vederli.

Catherine Meyer ha scritto due libri sulla vicenda dei suoi due figli: Two Children Behind a Wall, Arrow Books Ltd. (ISBN 0-099-25504-9), e These are My Children, Too, PublicAffairs, U.S. (ISBN 1-891-62015-0). Un resoconto della sua lunga battaglia per rivedere i figli è contenuto anche in DC Confidential, il libro di memorie del secondo marito Sir Christopher Meyer pubblicato nel 2005.

Nel 1999 Catherine Meyer ha fondato Parents & Abducted Children Together (PACT), un’organizzazione internazionale contro la sottrazione internazionale dei minori. Nel 2005 Parents & Abducted Children Together ha prodotto il documentario Victims of Another War: The Aftermath of Parental Alienation per sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale sul gravissimo problema dell’alienazione parentale. Moltissimi minori vittime di sottrazione internazionale vengono manipolati dal genitore che li porta all’estero ed indotti ad odiare il genitore assente, in modo da rendere difficile il rimpatrio una volta che il rapitore venisse rintracciato dalle autorità. L’alienazione parentale è un gravissimo abuso psicologico e se compiuta mediante una sottrazione internazionale è punita dalla Convenzione dell’Aia.

 

Fonti:

 

  1. Charlie Rose Show August 2, 1999 http://www.charlierose.com/view/interview/4152
  2. Sito ufficiale della fondazione PACT: www.pact-online.org
  3. Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Parents_and_Abducted_Children_Together
  4. Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Catherine_Meyer
  5. Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Christopher_Meyer
  6. Intervista rilasciata da Catherine Meyer a The Herald nel 2006: www.heraldscotland.com
  7. Sito del film: http://www.victimsofanotherwar.com/
  8. Youtube “Victims of Another War”:  http://www.youtube.com/watch?v=9z-Tfs2C3hU


Visualizzazioni dopo 11/11/11: 3688

1 comment for ““Non ho più contatti con i miei figli e il padre li mette contro di me” – Catherine Meyer

  1. batman
    25 giugno 2012 at 13:57

    Sulla fondazione PACT e sulla vicenda di Catherine Meyer vedi anche questa pagina: http://www.alienazionepar.altervista.org/index.php/Sottrazioni_internazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *