“Non vogliamo più sapere niente di te” – mamma perde i figli per la PAS

Victoria Lopez

“Hai il cancro, crepa una volta per tutte”

Il programma della TV Spagnola “360” ha intervistato una madre che da nove anni non riesce a vedere i figli perchè il padre li ha manipolati contro di lei. La manipolazione è cominciata quando lei ha accettato di affidarli al padre per potersi curare dal cancro che le era stato diagnosticato.

Victoria Lopez, professoressa di storia, si dice femminista e stigmatizza il femminismo che, invece di pensare al benessere di bambini, tenta di negare l’alienazione genitoriale in quanto la maggior parte dei genitori alienanti sarebbero madri.  Fenomeno legato al fatto che nei paesi occidentali il 95% dei bambini vengono affidati alle madri, che quindi hanno maggiori opportunità di compiere questo abuso sui figli.

Video su Youtube con sottotitoli in italiano:

Madre spagnola bersaglio dell'alienazione genitoriale.

 

Ecco la trascrizione dell’audio:

La maggior parte dei genitori che dicono di essere vittime di alienazione genitoriale sono uomini; però ci sono anche donne. È il caso di Victoria Lopez. La sua lotta per recuperare l’amore dei figli dura già da 9 anni.
“Quante volte devo dirti che non voglio sapere nulla della tua famiglia e tanto meno di te. Dimenticaci perché sei fuori dalle nostre vite”
Questo è l’unico messaggio che Victoria ha ricevuto da sua figlia. Questa madre, di 45 anni, perse temporaneamente la custodia dei figli in favore dell’ex-marito quando le diagnosticarono un cancro in metastasi. Da questo momento iniziò a perderli.

“Ogni volta al telefono erano più freddi, distanti… non puoi sentirli perché stanno vedendo i cartoni animati… c’era sempre una scusa.”

La giustizia obbligò il marito a rispettare il regime di visita; lui rispose denunciando Victoria per abusi sessuali e maltrattamento sui figli, accuse archiviate anni dopo. L’equipe di psicologi stabilì che i figli soffrivano di Sindrome di Alienazione Genitoriale di grado grave; però era troppo tardi: la sua figlia è ora maggiorenne; il figlio di 15 anni continua a rifiutare la madre.

“Mi ha detto cose molto dure. Hai il cancro, crepa una volta per tutte, non vogliamo sapere niente di te”

Victoria assicura che queste parole sono instillate dal padre, che ha programmato i figli all’odio.

 

 

 

 

 

Proverà a recuperare la custodia del figlio minore. Teme che sia troppo tardi, ma vuole che il figlio almeno sappia che non ha mai rinunciato a lottare per lui.

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 3780

3 comments for ““Non vogliamo più sapere niente di te” – mamma perde i figli per la PAS

  1. giovanna padovani
    7 novembre 2015 at 23:33

    anche io subisco questa alienazione genitoriale da parte di mio figlio oramai 26enne che non mi parla da più di un anno e non vuole aver nulla a che fare con me e la mia famiglia .
    L’odio istillato dal padre nei mie confronti , è stato da lui programmato ,subdolamente già parecchi anni prima ,quando nulla faceva presagire la nostra separazione ; Le continue discussioni su tanti argomenti di ordine educativo come il grado di libertinaggio che dava a mio figlio , la mancanza di valore che dava al denaro, visto che lui si comprava con i soldi le attenzioni dei figli per primeggiare su di me ,semplice insegnante .La mancanza di considerazione che dava alle mie fatiche domestiche che mai potevano superare quelle che lui sprecava nel suo lavoro di odontoiatra per farmi condurre una vita da ” signora” ,come lui mi diceva sempre ,davanti ai figli e la libertà che mi negava come educatrice dei miei figli , nel senso dell sfiducia nelle mie capaicità , violenze verbali e lunghi i silenzi e occhiatacce hanno denigrado la mia persona davanti a loro . Dopo la separazione il ragazzo ha preferito schierarsi i dalla parte del padre ricco e più forte ,Giustamente gliel’ho insegnato io ,sin da piccolino , ad identificarsi nel padre!

  2. caliandro francesca
    9 novembre 2015 at 10:36

    La violenza psicologica subita negli anni in presenza dei figli x alienazione grnitoriale mi ha portato ad annullarmi e deprimermi tanto da rischiare il suicidio . Nn so ancora come sono viva .la cosa assurda é ke la legge da sempre ragione ai prepotenti.agli abusatori e manipolatori senza vedere la vittima di tutto ki é

  3. monica
    9 novembre 2015 at 17:47

    Anch’io sto vivendo da maggio scorso, i bambini di 12 e 5 anni vivono momentaneamente dal padre dopo che mia figlia ha dichiarato dinnanzi al giudice eventi orrendi subiti da me.ad oggi il giudice nn mi ha mai ascoltata. L’alienazione viene effettuata anche sul piccolo sia da parte del padre, della compagna e della sorella. Che Dio mi aiuti tanto la legge è dei più forti…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *