Una mamma chiede aiuto per il figlio: vittima di PAS e pedofilia?

«Mi chiamo *** ***, ho 34 anni e sono francese. Mi sono sposata 11 anni fa in Sicilia con un *** medico, nasce un figlio di nome *** che ha appena compiuto 11 anni. Mi separo nel 2004 perche non andavo piu d’accordo con mio marito. Tengo a precisare che sono francese e ho una cultura diversa dalla Sicilia, vivendo sola da 11 anni in questa isola è molto duro di combattere l’Alienazione Genitoriale. Mio ex marito essendo medico e avendo molte relazione nella sua terra mi ha fatto guerra minacciandomi delle sue amicizie, ho sempre avuto terrore di lui e questa paura la sto pagando ora perche mio figlio non mi vuole più parlare.
Nel 2004 decido di separarmi mio figlio aveva 3 anni , per il bene di mio figlio non ritorno in Francia perche un bambino non può crescere senza ne padre ne madre. Iniziamo una separazione consensuale dove il bambino trascorreva 3 giorni con la madre e 3 giorni con il padre ma questa situazione e diventato un inferno. Nel 2006 Chiedo l’affidamento di mio figlio perche non poteva andare avanti il bambino era disturbato, il mio ruolo di madre era sminuito dalla famiglia di mio ex marito. Ma senza successo il giudice dopo avere messo un CTU di mezzo decide di affidare il bambino sempre ad entrambi con un pernottamento da 1 settimana ciascuno. Nel frattempo mio ex marito chiede ed riesce ad avere l’annullamento del matrimonio. Stanca di guerra senza fine decido di accontentarmi di quello che aveva deciso il giudice. Nel 2008 mio ex marito mi chiede di rinunciare al mio assegno di mantenimento la quota che aspettava a me non lavorando mi metto a lavorare ma purtroppo anche con i tempi che corrono per avere uno stipendio buono dobbiamo lavorare tutto il giorno. Questo e stato la mia fregatura perche mi fido a mio ex marito per i compiti di mio figlio e sta molto di più con suo padre. Maggio scorso mi sono reso conto che *** quando e in presenza di suo padre non e piu lo stesso con me e molto distante me ne sono accorta alla sua comunione ma era troppo tardi perche ora dopo essere sentito da un giudice il 23 gennaio 2012 mio figlio non mi parla più mi risponde male al telefono e suo padre gli da ragione non lo capisco e andato a testimoniare contro di me discendo che dico brutte parole, che lo costringo a dormire con me alle 8:00 di sera ect…. Non riesco più a dormire, ho un avvocato che mi sta difendendo ma ho paura di perdere mio figlio perche fa male di essere rifiutata senza capire il perche. Ora con mi vede o quando lo sento al telefono lo sento più deciso non mi vuole vedere ma sempre in presenza del padre. Mi sento sola combatto in un paese che non e il mio chiedo aiuto e sostegno perche è duro.

Nel luglio 2011 mio figlio passa 2 settimana di vacanza da miei genitori l’ultimas sera si confida ad miei genitori e racontadelle cose brutte su mio suocero (pedofilia)mi preocuppo e mi rivolgo purtroppo al *** di *** per avere sostegno e capire la situazione purtroppo questi psycologi fanno partire una segnalazione che non ho mai firmato volevo soltanto consigli che non mi sono mai dati. Quando mi arriva la comunicazione che mio figlio deve essere sentito dal tribunale degli minori mi viene un colpo. cerco di spiegarlo a mio ex marito che mi sono confessato a psycologi ma senzastimoniat successo. Mio figlio e stato sentito dal tribunale degli minori dopo essere stato con suo padre. la cosa piu assurda e che mio figlio ha testimoniato contro di me discendo delle cose assurde e non mi vuole vedere. Purtroppo mio figlio e vittime di suo padre, rifiuta di venire da me da 10 giorni e non capisco il perche chiedo aiuto»

(Lettera firmata)

Se la situazione non è ancora arrivata alla rottura, e questo è solo il momento peggiore da cui si può tornare indietro, un medico razionale può capire che alienare un figlio equivale a fargli del male, e che a livello legare potrebbe costargli l’affido.  Che tu scelga o meno di percorrere le vie legali, puoi seguire alcune regole di comportamento che aiutano ad evitare di peggiorare il problema, ma purtroppo non a risolverlo e da sole non servono a nulla se l’altra parte non riesce a contenersi:

http://www.alienazione.genitoriale.com/consigli-su-come-combattere-la-pas

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 4410

2 comments for “Una mamma chiede aiuto per il figlio: vittima di PAS e pedofilia?

  1. 9 aprile 2012 at 11:05

    CARISSIMA …FRANCESE….LEGGENDO LA TUA STORIA…MI HAI RIPORTATO NEL MIO PASSATO…UN INFERNO…QUESTO E’ IL MIO NR 3338575618..CHIAMAMI PERCHE’ ANCH IO COME TE’ HO FATTO LO STESSO PERCORSO….QUASI UGUALE….2 ANNI FA’ FINALMENTE …DOPO 4 ANNI DI BATTAGLIE…SOFFERTE CONTRO AVVOCATI…PSICOLOGI…ASSISTENTI SOCIALI…..SONO RIUSCITA…AD AVERE AFFIDAMENTO ESCLUSIVO DI MIO FIGLIO…..AL PADRE HANNO TOLTO LA POTESTA’ GENITORIALE PUO’ VEDERE IL FIGLIO SOLO INCONTRI PROTETTI 2 ORE ALLA SETTIMANA…..MIO FIGLIO ADESSO 14 ANNI MI ADORA….HA NUOVAMENTE FIDUCIA IN ME…MI BACIA, ABBRACIA ,MI DICE TI VOGLIO BENE….HA CAPITO CHE NON SONO QUELLA MAMMA CHE IL PADRE GLI RACONTAVA….ADESSO E’ UN ANNO CHE SI RIFIUTA DI INCONTRARE IL PADRE ….HA CAPITO CHE DIFFERENZA C E’ TRA IL PADRE E LA MADRE…….LA MADRE E’ SEMPRE STATA SINCERA…E GLIELO HA DIMOSTRATO IN QUALSIASI MODO…GESTO….FATTI….GIORNI..ORE…MINUTI ..SECONDI…DELLE GIORNATE…..IO E’ MIO FIGLIO ABBIAMO RITROVATO LA SERENITA’….ANCHE SE LUI CONTINUA LA TERAPIA DELLO PSICOLOGO..PER ANSIA E ATTACCHI DI PANICO IN CERTE SITUAZIONI….UN BACIO.CHIAMAMI.

  2. Anna Rita
    20 marzo 2016 at 21:32

    Sono una mamma disperata e sola da tre anni non o più notizie di mio figlio che è stato abusato pe tre anni dal mio convivente aveva 14 anni a 17 è scappato di casa denunciandomi che lo maltrattavo. .nessuno mi a voluto ascoltare ora mio figlio a 19 anni e si trova dentro un istituto. Sto cercando aiuto sono distrutta dal dolore la disperazione totale Aiutatemi vi prego .
    Una mamma disperata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *