Psicologa negazionista della PAS rinviata a giudizio per costruzione di calunnia pedofila

Una psicologa è stata rinviata a giudizio per reati gravissimi:

Lezcano-Daniela-OK«Il tribunale criminale ha confermato che il 12 di maggio inizierà il processo contro la psicologa Daniela LEZCANO, accusata di falsa testimonianza e falsificazione di documento.  I delitti contemplano una pena di più di 6 anni.  Daniela Lezcano è imputata di aver manipolato e modificato i disegni di una bambina realizzati durante una perizia, al fine di accusare di abuso sessuale il padre.  […]  L’accusa riguarda un “caso emblematico”.

La madre della bambina è la persona che ha contatto l’imputata affinché periziasse la minore e che la ha accompagnata ad ogni sessione. […]

Inoltre l’imputata  “indicò falsamente che la minore le ha raccontato che il padre ha tentato di obbligarla ad entrare in camera da lette con lui, dove lui era nudo e che suo padre la obbligava a rapporti sessuali.., apportando in tale dichiarazione i disegni originali”».

Fonte: http://www.eleco.com.ar/noticias/Policiales/245625:2/En-mayo-ira-a-juicio-la-psicologa-Lezcano,-por-falso-testimonio-y-falsificacion-de-documento-.html

L’imputata

«ha un blog chiamato “Proteggiamo i bambini”.  Lì la psicologa ha scritto un testo, in propria difesa, con il titolo di “False denunce al contrario.  Dal lato dei bambini. No alla PAS, Sindrome di Alienazione Genitoriale”.   “I difensori dei pedofili o abusanti usano la falsa PAS mediante cui tentano di far passare come invenzioni o suggestioni dell’adulto protettore: madre, padre, terapeuta, quanto denunciato dal minore.  Non esiste fondamento scientifico per questa Teoria Falsa”.

Pare che oltre a poter perdere l’abilitazione, la psicologa abbia perso il senso della vergogna».

Fonte: http://www.eldiariodetandil.com/2014/05/20/la-psicologa-de-la-sin-verguenza/

La magistratura argentina aprì gli occhi sui negazionisti della PAS allorché il loro principale esponente, lo psicologo Jorge Corsi, venne sorpreso mentre sodomizzava un bambino finendo così condannato per pedofilia.  Fatto che conferma l’osservazione del prof. Gardner secondo cui alcuni professionisti si fanno ripetutamente coinvolgere in inverosimili false accuse di pedofilia in quanto sono loro stessi pedofili che usano le false scuse per dare sfogo alla propria perversione.

Invece la magistratura italiana continua a lasciarsi usare come strumento di abuso sull’infanzia senza scoperchiare la fogna: professionisti e intere associazioni a delinquere che si fanno pagare da donne separate per costruire false accuse di pedofilia al fine di impadronirsi dei figli.  Queste false accuse vengono usate per alienare i bambini in maniera da continuare a privarli del genitore calunniato anche dopo la caduta delle calunnie, ricorrendo a “professionisti” disposti a cercare di negare che l’alienazione genitoriale (PAS) è un abuso sull’infanzia.

 

Fonte dell’immagine: http://www.eldiariodetandil.com/2014/11/04/lezcano-vuelve-a-reflotar-un-caso-que-estremecio-a-la-ciudad

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2352

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *