Papa Francesco si espone per i bambini vittima di alienazione genitoriale

2014051485754-francescoCome ogni vero difensore dei bambini, Papa Francesco cerca di difenderli da ogni abuso.  E così, dopo aver parlato della pedofilia, oggi, palando a braccio in udienza generale, si è speso per i bambini vittima di PAS:

 «Educare i figli senza esasperarli richiede saggezza ed equilibrio e che i genitori non chiedano ai figli le cose che non possono fare. Ciò è difficile, per esempio, quando i genitori tornano a casa stanchi dal lavoro.

È ancora più difficile per i genitori separati che sono appesantiti da questa condizione; poverini hanno avuto difficoltà, si sono separati e tante volte il figlio è preso come ostaggio: il papà gli parla male della mamma e la mamma gli parla male del papà, e si fa tanto male. Dirò a voi che vivete matrimoni separati: mai, mai, mai, prendere il figlio come ostaggio, voi siete separati per tante difficoltà e motivi, la vita vi ha dato questa prova, ma che i figli non siano quelli che portano il peso di questa separazione.

Che i figli non siano usati come ostaggi contro l’altro coniuge, che i figli crescano sentendo che la mamma parla bene del papà anche se non sono più insieme, e che papà parla bene della mamma; questo è molto importante e molto difficile, ma potete farcela”.

papa-francescoLe parole di Papa Francesco hanno doppio valore.

Primo, perché parla come capo di quella Chiesa che ha chiuso gli occhi sui problemi dei figli dei genitori separati (mai per loro colpa, spesso per colpa di un solo genitore).

Secondo, perché ha parlato mentre infuriano attacchi contro Michelle Hunziker e contro l’avv. Giulia Bongiorno, autrici di questa proposta di legge che punirebbe il genitore alienante che con

«attività denigratorie ai danni del genitore ovvero limitandone con altri artifizi i regolari contatti con il medesimo minore, intenzionalmente impedisce l’esercizio della potestà genitoriale».

Le due sono finite nel mirino di femministe radicali e degli auto-proclamatosi difensori dei bambini del “Movimento Infanzia” (non si capisce perché lo stato finanzi con il 5 per mille chi difende madri alienanti rinviate a giudizio per maltrattamenti e lesioni su minore).

AndreaMazzeo

In merito a questo tipo di sparate, basti ribadire quanto già scrisse lo psichiatra dr. Gianmaria Benedetti, CTU presso il Tribunale dei Minori di Firenze:

«stupisce leggere i titoli delle relazioni. Il primo, di un avvocato, Andrea Coffari, che se capisco bene è il fondatore e presidente del suddetto Movimento per l’Infanzia, recita: “La PAS, invenzione perversa di un ideologo della pedofilia: i bambini e le mamma-PAS“. Il secondo, del dr Mazzeo […]

È sempre sospetto che l’attacco alle idee si unisca, o diventi attacco alle persone: è un retaggio di altre epoche storiche ma, per ridicolo che possa essere riproporlo oggi, non è meno inquietante […] i toni usati sembrano in effetti tali da costituire una minaccia a chi dissente da questi contro-ideologi. Speriamo che la presenza di tanti giudici abbia un effetto deterrente ma confessiamo che l’intimidazione sembra forte. […]

La visione è apocalittica, i toni sono da guerra di religione, rimandano a epoche lontane e meno lontane e a episodi tragici, dove gli assertori del Bene si scagliano con fanatica violenza su chiunque si frapponga, visti tout court come esponenti del Male. Solo pochi giorni fa Firenze due Senegalesi sono stati ammazzati in un atto di follia criminale cresciuto e alimentato da un’ideologia intollerante e paranoica. Il linguaggio dei nostri sembra dello stesso tipo. Non ammettono replica, sembrerebbe: chi non è con loro è contro di loro e deve essere spazzato via per compiere la loro messianica missione. Non si deve neanche lasciar pensare o tantomeno parlare, se non come vogliono loro, non si può confrontare opinioni diverse, bisogna intimidire qualsiasi possibile oppositore, che automaticamente verrà tacciato di sostenitore della cultura pedofila e adepto del perverso pedofilo Gardner, quando non accusato di essere un pedofilo violentatore lui stesso. O addirittura di far parte di una congiura mondiale».

Per fortuna dei bambini ci sono persone come Richard Gardner, Michelle Hunziker, Giulia Bongiorno, e ora Papa Francesco che non si fanno intimidire.

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 8606

2 comments for “Papa Francesco si espone per i bambini vittima di alienazione genitoriale

  1. Pasquale
    22 maggio 2015 at 23:54

    IN BRASILE LA PAS Ė LEGGE! In Italia non esite perchè c’ė speculazione!
    Chi sostiene (specialmente dopo la separazione e divorzio) che non esistono persone che usano i figli come oggetto di possesso e di ricatto contro l’altro genitore, è un essere malvagio consapevole e bugiardo che specula sulla pelle dei minori. Molti sono anche le figure professionali complici e fiancheggiatori e/o promotori di false accuse suggerite ai loro clienti per trarne disonesti vantaggi .bravo Papa Francesco e tutti i rappresentati pubblici e privati che danno voce alla coscienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *