La lettera di una mamma vittima di PAS

«Sono una madre alla quale sono stati strappati i figli. Il mio ex marito me li ha messi contro in ogni modo possibile cosi come a tutte le persone che mi sono accanto.

Stiamo aspettando di essere convocati dal giudice e io spero con tutta me stessa di trovare qualcuno competente che possa fare una diagnosi di PAS.

Intanto i miei figli sono collocati a casa del padre e insieme ai nonni continuano ad essere plagiati giorno dopo giorno contro di me. Ho dovuto assistere alla loro cresima senza poter dare loro un bacio.

Vorrei gridare con tutta la forza possibile il mio amore per loro ma e come se in questo momento nessuno mi ascoltasse. La burocrazia e lunga e io posso solo aspettare.

Un bacio a tutti voi che se pur tardi vi siete resi conto che un amore grande come quello di una madre non puo finire mai neanche davanti alla peggiore delle umiliazioni.

L. e G. via amo e mi mancate da morire la vostra mamma»

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2478

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *