Mamma vittima di PAS: proteggete mio figlio

 

“Stamattina quarto incontro con il mio piccolo presso il centro di neuropsichiatria infantile per tentare il recupero dalla PAS. Due anni senza vederlo perchè rapito dal padre, portato in un altro comune e “regalato” alla sorella divorziata, senza figli. Denunciato per sottrazione di minore, a dicembre scorso chiedono l’archiviazione a cui ci opponiamo fermamente. Depositeremo il provvedimento della corte di appello che ripristina l’affido condiviso, riscontra la PAS, verifica che c’è stata sottrazione scrivendo “fatto pacifico è che il minore è stato allontanato contro la volontà della madre” ed infine rileva un abuso dello strumento giudiziale, da parte della difesa del padre (tutti avvocati) che “deve essere punito e sanzionato”. Il provvedimento rientra al giudice istruttore il quale “colloca” il piccolo prevalentemente presso il domicilio del padre in quanto il piccolo deve essere recuperato!!!!

tutti devono sapere cosa sta accadendo, devono sapere quanti modi ci sono per rubare i figli, devono sapere che l’incertezza della pena è la certezza dell’impunibilità”

M.N.

Fonte: https://www.facebook.com/groups/Liberiamotuttiibambini

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2932

5 comments for “Mamma vittima di PAS: proteggete mio figlio

  1. 9 aprile 2012 at 10:47

    VERGOGNOSO…..SOLO VERGOGNOSO!!!!

  2. Mary Caligari
    25 ottobre 2012 at 14:35

    E Veramente VERGOGNOSO … che lo stato lascia che succedono queste cose — che i bambini vengono rapiti in questa maniera cosi legale …

  3. Katia
    1 agosto 2014 at 16:02

    ho un’atroce problema con le mie figlie di 26 e 20 anni, alienate dal padre contro di me… hanno fatto un intervento di vandalismo e distruzione,accompagnate dal padre che le aspettava sotto casa, verso di me e verso le mie cose nella casa dove ancora vivo e dove loro hanno vissuto la loro fanciullezza ed adolescenza……
    ho staccato ttutti i ponti in quanto non posso fare più niente per loro, devo solo aspettare che siano loro stesse a rendersi conto di quello che stanno subendo ……..
    ho bloccato tutti i contatti, non le ho più viste e né cercate, ma non posso negare che è molto doloroso per me, mi mancano da morire, certo non quelle che ho visto l’ultima volta, ma quello che erano prima dell’alienazione/manipolazione/plagio…..due ragazze dolci ed affettuose con me..
    Ora scrivo per cercare una parola di conforto o una certezza: “arriverà il momento nel quale si renderanno conto di quello che sono state costrette a fare alla loro mamma”?
    Quali sono i step di crescita/comprensione per ragazze già adulte, ma completamente fragili ed immature psicologicamente e pertanto facilmente manovrabili?
    Ho delle responsabilità?
    sono veramente disperata e non vedo “luce” davanti a me……anche un “puntino” mi darebbe forza..

  4. 26 gennaio 2016 at 18:28

    È VERGOGNOSO come i giudici lascino che si faccia del male in questo modo ai bambini……a noi genitori alienati ci lasciano soli come se fosse colpa nostra che il nostro bambino/a ci odi così senza motivo e all’improvviso, quando pochi giorni prima ci abbracciava senza problemi. L’alienazione genitoriali dovrebbe essere punita come la pedofilia perché lascia disturbi di relazione genitoriali per tutta la vita inoltre il comportamento del genitore alienante è pure malevolo quindi si dovrebbe aggiungere anche l’aggravante della cattiveria sul proprio figlio. Il mio ex compagno prima di me aveva una moglie che lui ha indotto al suicidio e ora dice a tutti che lei era una malata di mente…..poi è toccato a me e anche di me dice che sono malata di mente…ma io sono ancora viva per smentire……insomma per farla breve ora lui si ritrova con due figli in casa, senza madre, che mi odiano furiosamente senza motivo. In tutto questo disastro i servizi sociali che cosa fanno? NULLA……!!!!!!! Mi hanno allontanata da mio figlio dicendo che è per diminuire la conflittualità e per salvaguardare la mia incolumità visto che lui è talmente violento che pur di non farmi prendere il mio bambino mi mette anche le mani addosso davanti al bambino e così sono già più di 7 mesi che non vedo il mio bambino. Continuo a combattere e scrivo tutto perché ne farò un libro.Saluto tutti i genitori alienati dicendo: “DIO VEDE E PROVVEDE…..”

  5. Sil
    27 gennaio 2016 at 04:42

    Katia..per esperienza ti dico che ora non avrai nemmeno voglia di vivere, pensi che tanto non cé piu motivo per andare avanti…ma aspetta…io aspetto, l’amore non muore mai.,..attendi!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *