Mamma ti odio — lettera di una ragazza vittima di alienazione genitoriale

Ho 26 anni e odio fortissimamente mia madre. Lo so che pensi che non sia giusto, ma credimi l’ha voluto lei. Adoravo mio padre e all’età di undici anni i miei si sono separati. Ricordo con la morte nel cuore quando mio padre se n’è andato via. Mia mamma odiava mio padre e ha fatto di tutto per non farci frequentare e spesso ha tentato di parlarmi male di lui. Io fingevo di ascoltarla e dentro il mio cuore piangevo e desideravo vederlo e sentirmi rassicurata da lui, mentre il mio astio per lei cresceva a dismisura. Ben presto mio padre fu costretto, si COSTRETTO, e mi rivolgo anche a quell’insensibile di Teresa che ha commentato su questo blog, ad allontanarsi da me. Quando ho avuto 18 anni sono corsa da lui, ma era ammalato e poco dopo è morto.

Maledetta mamma che so che leggi sempre questo blog insieme a V, voglio dirti che ti odio profondamente, e che spero con tutta me stessa che i tuoi ultimi anni siano mostruosi e pieni di rimorsi e che tu non possa vivere mai in pace con il tuo secondo marito.

Maledetta tu e maledette tutte quelle donne che si comportano come te. Cosa credete di fare separandoci dai nostri padri? Pensate forse che il richiamo del sangue non conti? Pensate che noi figli siamo proprietà soltanto delle madri? Mi hai rovinata cara mamma, come figlia, come moglie e come madre. Non voglio figli, per me è stato brutto essere una figlia, solo ed esclusivamente per colpa tua.

Ho paura di diventare madre perché potrei diventare come te.

 

Fonte: http://familiafutura.blogspot.com/2006/06/mamma-ti-odio.html

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 166019

110 comments for “Mamma ti odio — lettera di una ragazza vittima di alienazione genitoriale

  1. Franci
    13 giugno 2018 at 02:13

    La mia storia è troppo lunga e difficile da comprendere senza raccontarla nei particolari ma proverò a telegrafarla…
    Io mamma di 52 anni di due figli maschi 21 e 15 anni separazione iniziata 8 anni fa da un marito violento ed egoista nonche sfruttatore che mi ha messo sulle spalle una montagna di debiti fatti da lui…subito tutto per le sue minacce e prepotenze…decido la separazione perche anche se mai avrei voluto vedere i miei figli soffrire vedendo dividersi i genitori la volonta di salvarli dalle brutte scene che vedevano quotidianamente è diventata la scelta piu urgente da fare…lui non accettava ovviamente non voleva perdere la sua schiava il suo potere onnipotente….subito ha manipolato completamente nostro figlio più grande allora tredicenne facendomi passare per prostituta e distruttrice di famiglia fino a farmi odiare conpletamente da mio figlio entrano di mezzo gli assistenti sociali e decidono che mio figlio piu grande resta col padre perche cosi vuole e perche dichiara che sua mamma è una pazza che picchia lui e suo fratello falso ovviamente solo il risultato della manipolazione di suo padre..mentre il figlio piu piccolo allora aveva 7 anni può restare con sua madre perchè vuole stare con sua mamma e invece odia suo padre che lo picchiava di nascosto da me e questo è vero….inizia una causa giudiziale perchè lui rifiuta il mantenimento per me e mio figlio piu piccolo vengono a galla quindi i suoi maltrattamenti su di me il suo abuso di farmaci e sonniferi le sue psicopatie sessuali e denunce di atti osceni in luogo pubblico le sue firme false di assegni a mio nome ecc ecc gli tolgono mio figlio piu grande e lo portano in casa famiglia perchè è il padre stesso a dichiararsi incapace economicamente e fisicamente di prendersene cura perche sta male e infatti viene ricoverato in ospedale reparto psichiatrico ma dopo una settimana è fuori e tenta il suicidio per ben due volte…nonostante ciò è libero di starsene in giro e mio figlio che è in casa famiglia nutre sempre più odio nei miei confront e considera sempre più il padre una povera vittima….io soffro da morirei psicologi e assistenti sociali non fanno nulla se non avvelenate la cita a tutti noi…passano cosi tre anni il mio ex marito ritenta il suicidio stavolta ci riesce mio figlio chiede di me gli assistenti non me lo fanno vedere mi ci faranno parlare dopo un mese da questo evento e nonostante tutti i miei pianti e discorsi per fargli comprendere come sono andate le cose e chi era davvero quel padre che tanto adorava lui dichiata di non volermi più vedere e io capisco che è finita lui mi pdierà per sempre perchè mi accuserà a vota della morte di suo padre…il mostro ha vinto col suo atto insano è riuscito nel suo intento di separarmi completamente da mio figlio e di separare per sempre i due fratelli….la coppia che gestiva la casa famiglia dove era mio figlio visto che non ha prole decide di portarsi a casa loro mio figlio un adozione illegale in piena regola col benestare degli assistenti sociali tanto mio figlio continuava a dichiarare che io ero il mostri xhe lo picchiava e dunque non avevo alcun diritto su di lui anzi guai se provavo ad avvicinarmi….per tutti questi anni ho cercato di sapere di lui tramite suoi amici ma lui li ha minacciati di non dirmi nulla ora lui ha 21 anni e ho saputo che si è fidanzato con questa brava signora che ha la mia età che insieme al suo compagno l aveva preso con sè a casa per fargli da mamma ora invece ha mollato il suo compagno e ora è l amante di mio figlio un incesto in piena regola….sa solo Dio come io ancora oggi non muoio dal dolore o perchè non la faccia finita visto che non riesco a rasegnarmi per il dolore di aver perso mio figlio di aver perso il suo amore per sempre certo porto avanti a fatica la mia vita per l altro mio figlio e anche per il mio nuovo compagno ma non riesco a non piangere con disperazione ogni notte e ad eliminare i cattivi ricordi che mi tormentano non riesco a scacciare dal mio cuore l amore per mio figlio pur sapendo che mi odia ingiustamente e sto troppo male al pensiero e alla certezza che non lo rivedrò mai piu e l unica consolazipne che mi resta è pregare ogni giorno che almeno sia vivo

  2. 2 agosto 2018 at 21:08

    Anch’io mi ritrovo nelle condizioni di dire di non poter vedere mia madre.La odio profondamente e se non fosse per la legge potrei aver già commesso qualche azione irrimediabile.Mi fa schifo:bugiarda,calunniatrice paranoica e di una cattiveria ,che io ne ho conosciute poche di simili.Ho 42 anni separata(ovviamente e anche per causa sua) con un figlio di 13.Sono perennemente messa sotto accusa e criticata, tutto quello che faccio e che dico è sbagliato.Lei è la più brava,ineccebibile in qualsiasi settore della vita.I suoi fallimenti sono stati causati dagli altri e così via.Invidiosa del fatto che io ho avuto il figlio maschio,tanto che lo tratta come se fosse suo e mi minaccia di far intervenire i servizi sociali per qualsiasi stupidaggine o addirittura inventandosi le cose.Mi ha persino minacciata di tso inventandosi un sacco di stupidaggini e accusandomi di essere io il problema e per calunniarmi rimurgina cose insensate di decenni fa.Spero che questa infame prima o poi pagherà per quello che mi sta facendo e che mi ha fatto passare,,perchè persone simili non meritano nulla,solo di essere lasciate sole e abbandonate.

  3. More
    15 agosto 2018 at 20:53

    Se raccontassi la mia storia ….potrei scrivere un libro tanto è assurda
    E cattiva

  4. More
    15 agosto 2018 at 21:00

    Non posso rischiare di scriverlo qui ma un prete è arrivato a dirmi di starle lontano è un prete che consiglia ad una figlia di stare lontano dalla madre lo ha fatto perché ha capito che non mentivo se non la vedo sto bene ma lei non lo sopporta e mi chiama per poi trattarmi di merda ho tentato il suicidio 2 volte e purtroppo sono ancora qui non so perché ma i dottori mi hanno salvata e poi non posso raccontare altro non mettete il mio nome per intero per favore grazie

  5. 27 agosto 2018 at 18:27

    Se racconto il mio abbandono non basterebbero mille fazzoletti x asciugarsi le lacrime
    Me ne sono successe di tutte
    Ma oggi sono donna e tendo a usare quell odio profondo x essere migliore

  6. UTENTE
    3 ottobre 2018 at 23:14

    sono un papà divorziato, soffro! Dico io; perchè le donne non si limitano a non amare piu’? Perchè la falsità, perchè la cattiveria?

  7. Simona
    8 ottobre 2018 at 10:57

    Al papa’ divorziato che ha scritto il 3 ottobre 2018,volevo dire che anche alcuni uomini sono nocivi alla salute,a parte che alzare mani,offendere,sminuire,ed essere indifferenti,non sanno fare.

  8. 123
    18 ottobre 2018 at 10:12

    LA MIA STORIA E’ ANCORA PEGGIO….. IO NON SO PIU VERAMENTE COSA FARE SONO DISTRUTTA

  9. Gianluca
    6 novembre 2018 at 15:55

    ho letto con grande interesse la lettera e anche con un filo di speranza…
    purtroppo sono dall’altra parte della barricata: sono un papà di una bimba meravigliosa di 21 mesi che si chiama Greta. La amo dal suo primo respiro più di qualunque cosa al mondo.
    Ho sempre amato anche sua madre, profondamente, ma negli ultimi tre mesi mi sono reso conto di quanto sia una persona malvagia.
    La storia è lunga e complicata ma cercherò di non annoiarvi troppo: quando conobbi la mamma di Greta, io vivevo (da separato in casa, di cui lei sapeva tutto) con una persona con cui avevo avuto un fidanzamento di 10 anni, che di li a poco se ne sarebbe andata di casa, una persona con cui non condividevo più nulla, al punto da dormire in stanze diverse. Ho appreso della gravidanza 4 mesi dopo la data del concepimento; non solo, sua madre ha pensato bene di dirmi che non era una gravidanza di alcuni mesi ma di poche settimane, e che la bimba non era mia ma frutto di un’avventura in discoteca.
    Successivamente ci siamo riavvicinati ma sua madre mi ha detto che la sua famiglia (presso la quale lei e mia figlia vivevano) era furibonda con me per la mia precedente storia, che non era a parere loro risolta; purtroppo per ragioni economiche non avevo la possibilità di lasciare la casa presso la quale vivevo con la mia ex, e quindi chiedevo ogni giorno alla madre di Greta di darmi una mano per potere trovare un posto dove potere vivere da subito tutti e 3 insieme (lei è ricchissima ci tengo a dirlo e contribuire con poche centinaia di euro non era nulla per lei… ma era solo una scusa e tra poco capirete perchè) ma io amo lei e amo mia figlia, allora di li a pochi mesi decido di comune accordo che la mia ex convivente lasci la casa (tra noi era veramente finita da tempo)… la bimba ha pochi mesi e finalmente mi dico: ora non avrà più scuse, finalmente potrò godere appieno e provvedere appieno al bisogno della mia piccola bimba; ma qui lei cambia radicalmente: laddove c’era amore nei miei confronti, arriva l’odio, laddove c’erano progetti comuni per fare un secondo e poi un terzo figlio, inizia ad accusarmi e a dirmi che mi vuole vedere morto e vuole che io sparisca dalla vita di Greta… ma anche qui non mollo (l’amore è un’arma potente) e allora cambia strategia, e mi torna a ripetere la storia che Greta non è mia ma di uno che si è sc… in discoteca; e questa volta la sua tesi è suffragata non da uno, ma da ben 2 test del DNA: uno che afferma che io non sono il papà e uno che afferma che un altro uomo lo è. Le chiedo spiegazioni, per quanto si possa, perchè vi assicuro che il dolore è devastante, e lei semplicemente mi dice che ha rubato alcuni mozziconi di sigaretta a casa mia e che ha fatto il test.
    Ma ancora, non mi convinco, e comunque non riesco a non amare Greta allo stesso modo, eppoi il suo racconto ha troppe incongruenze, quindi indago un pochino e scopro che, tutta questa serie infinita di bugie, era dovuta al fatto che la madre di mia figlia convive da parecchi anni con un uomo che mi ha tenuto nascosto, e soprattutto cosa ancor più grave, al quale ha fatto credere che Greta era la sua bambina.
    Ora il dolore è immenso e sono dovuto ricorrere al tribunale per vedere riconosciuti i diritti di mia figlia (ne ho la certezza perchè abbiamo fatto un test di paternità legale) e i miei di potere fare il papà… ma anche se dovessi vincere, lei mi ha già detto che farà in modo che la mia bimba mi consideri un estraneo e che consideri il suo compagno come papà… e ho paura, paura da morire, perchè la bimba vive con la madre, perchè i tempi della giustizia in Italia sono molto lunghi e perchè temo che questa “strategia” possa davvero portare la mia bimba a considerarmi un estraneo.
    E purtroppo, sono andato a beccare il suo compagno e ho capito molto bene che sono d’accordo per portarmela via sentimentalmente, anche se sono consapevoli che giuridicamente non hanno speranze…anzi hanno commesso anche degli illeciti.
    Ma cambia poco, avrei voglia di urlare, di spaccare tutto, perchè pretendo la verità per la mia bambina, pretendo di poterla amare, e di potere trascorrere ogni istante che posso con lei e per lei
    Tengo a precisare che sua madre, fintanto che è stata innamorata di me, ha sempre sottolineato quanto sono stato attento come papà, anche se poco presente per colpa loro e per colpa delle sue infinite bugie, quindi l’unica motivazione che l’ha spinta a fare questo è il salvare la sua bella e vecchia situazione: ma quella è la sua vita non quella di mia figlia!!! e lei, il suo compagno, non hanno nessun diritto di scegliere a tavolino chi è il papà della mia bimba.
    Io la amo, e spero di avere la forza per combattere questa battaglia e di poterla vincere, e se anche dovessi perderla, voglio che mia figlia sappia che tutto ciò che le diranno di me è solo una bugia costruita ad arte per allontanarla da me… e che sul suo papà potrà contare per sempre, economicamente, moralmente e per qualsiasi cosa le serva.
    E spero che lei abbia la forza e la lucidità che hai avuto tu, negli anni per comprendere che su me può contare sempre.
    Chiudo dicendo che io non ho rancore verso la madre per ciò che ha fatto a me… pazienza, posso rimanere benissimo senza una moglie/compagna/fidanzata ma non posso vivere un istante senza mia figlia

  10. english man
    12 novembre 2018 at 09:21

    sono cornuto e ho chiesto la separazione. 2 figli alle elementari. Lei dice che io non la guardavo più, io dico che non ho sposato sua madre. Sua madre la manipola, sceglie cosa devono pensare i suoi figli di me, di lei e del mondo. Sua madre va in giro a portare ostie consacrate per le case a Natale e molla il nonno a gestirsi i nipoti da solo.
    Ora ho un’altra donna, che i miei figli adorano. E io pure. I miei figli, che sono con me il 50% del tempo, stanno molto meglio da quando li sottraggo al potere della madre di mia moglie. Quando sono con me sono felicissimi, anche con la mia nuova compagna. Quando i bambini sono dalla madre, al telefono hanno una voce spenta.
    Madre assente, concentrata sul lavoro, ma si fa consolare dal suo vecchio amico di 15 anni in più.
    Corro a chiedere anche l’annullamento in chiesa: ci credevo e ci credo tutt’ora.
    Sono uno dei pochi che si separa e ha più soldi di prima, anche se separarsi non è mai un’affare.
    Che i maschi fossero in gran parte animaletti lo sapevo da mille anni. Ma che le donne abbiano perso tutta la loro natura, a causa di una “libertà” conquistata è un dramma peggiore della seconda guerra mondiale.
    La crisi economica attuale è figlia di una crisi culturale e valoriale: se fossimo attaccati alla nostra identità non compreremmo prodotti made in china o provenienti da paesi dove non esistono diritti umani. Noi invece acquistiamo per risparmiare e distruggiamo lavoro intorno a noi, non nascono figli e mandiamo le donne in giro 18 ore al giorno.
    Donne, ma siete sicure di essere felici adesso che la società sta andando in malora, voi incluse?
    dopo duemila anni credo dovremo scoprire per la prima volta cosa insegna il Cristianesimo, sia alle donne che agli uomini.
    Io ci credevo e ci credo: ma a 41 anni come posso pensare di risposarmi e rifare figli.. Se tra 5 o 6 anni si ripete la questione?
    Resto dell’idea che fare figli sia quasi un dovere, un dovere di sdebitarsi con la vita stessa. Un modo di ringraziare per essere al mondo.
    Un mondo senza figli è un mondo ingrato e povero. Difatti credo che fare figli sia il modo di incrementare il benessere: lo diceva anche il massone W. Churchill.
    Nell’epoca delle mega libertà, noi uomini dobbiamo imparare a perdonare, ma voi donne imparate ad amare davvero profondamente, cosa che non vedo più in molte di voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *