Mamme separate: proteggere i figli dall’alienazione genitoriale


Quando è un padre separato ad avere la domiciliazione dei figli in una separazione conflittuale, è lui ad avere maggiori occasioni di praticare sui figli l’abuso dell’alienazione genitoriale, per cui diventa più probabile che sia la madre il genitore alienato.

Le mamme alienate hanno anche il problema di trovarsi contro quel femminismo degenere che tenta di negare che coinvolgere i bambini nel proprio odio contro i papà è un abuso sull’infanzia.

Quindi il sito web dell’associazione di madri separate senza domiciliazione (NANCM) ha una sezione dedicata alla PAS. Esse scrivono:

L’Alienazione Genitoriale nasce quando un genitore deliberatamente plagia i figli contro l’altro genitore attraverso un programma di lavaggio del cervello.  Nei casi più estremi, può risultare nella Parentectomia, cioè nell’eliminazione, cancellazione, totale o parziale, di un genitore affettuoso dalla vita del figlio, in seguito alla separazione.

Molte persone coinvolte in separazioni, cause legali, politici hanno problemi con il termine PA o PAS: ma la realtà è che, per quanto possa essere usato in maniera incorretta o per rovesciare le accuse, l’Alienazione Genitoriale esiste.

Ignorare la PA e ostracizzare gli studiosi, o ancora peggio dire che non esiste è come dire che la malattia mentale non esiste perché alcuni fingono di esserlo per evitare condanne.

Nonostante che se ne approfitta, la malattia mentale esiste.

Allo stesso modo esiste l’Alienazione Genitoriale.

NANCM – National Association of Non-Custodial Moms

  • http://www.nancm.com/?page=parental_alienation
  • http://www.facebook.com/NANCM.org
Visualizzazioni dopo 11/11/11: 6642

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *