IDV: guerra interna contro chi è per l’affido condiviso e per la protezione dei bambini dalla PAS

È scontro aperto all’interno del partito Italia dei Valori fra tre donne che vogliono impedire che i bambini vengano protetti dall’alienazione genitoriale (PAS) e la dott. Valentino Peloso Morana, responsabile del dipartimento infanzia e famiglia di IDV-FVG, psicologa investigativa, autrice del libro “La pandemia dei cervelli pedofili”: in prima linea contro la pedofilia quando esiste veramente, ma lontana da quelle associazioni ripetutamente implicate in false accuse di pedofilia usate per sottrarre bambini ai loro papà alienandoli.

Secondo il sito “femminismo a sud” 3 donne IDV attaccano la dott. Peloso-Morana per tre suoi articoli pubblicati sul proprio sito web:

http://alicenelpaesedelgenoma.org

 

Il primo attacco è relativo ad un convegno organizzato da donne IDV per negare la PAS: un intero piano di un hotel affittato per un convegno andato quasi deserto, cui ha fatto seguito la giusta reazione della società civile che invita a levare il voto al partito IDV.  Alle 3 donne IDV non piace che tale iniziativa abbia fatto venire il mal di fegato alla dott. Morana:

http://alicenelpaesedelgenoma.org/2012/01/29/come-farsi-venire-un-attacco-di-fegato-la-domenica-sera-sul-web

Il secondo attacco è relativo al termine “violenza di genere”, subdolamente inventato da femministe per far credere che gli uomini siano violenti e le donne vittime, al fine di così favorire false accuse di violenza.   La dott. Morana scrive, in accordo con tutte le ricerche, che “la violenza non ha genere”:
Sembra che le femmine siano tutte sante e i maschi tutti tiranni e violenti. E’ indubbiamente vero che esistono maschi violenti e padri che non si occupano dei figli. Questi ci sono sempre stati nella storia dei tempi, sono noti molti esempi. Però è vero anche che esistono femmine tiranne e violente. Ci sono sempre state anche loro. Mentre i maschi uccidevano e uccidono in modo brutale, grazie alla forza fisica, le femmine un tempo e anche oggi alle volte, usavano il veleno. Oggi alcune di loro usano un veleno diverso, etereo fatto di manipolazioni allo scopo di impedire ai figli il rapporto con i  padri. E’ un dato di fatto, riscontrabile per chi sa lavorare veramente nelle aule dei tribunali, fuori dalle ideologie che nulla hanno a che vedere con la scienza.

La legge 54/06 tutela i bambini e i genitori per bene. L’affidamento condiviso non è applicabile nei casi di violenza o sparizione di uno dei due genitori. Il caos sul doppio domicilio e il mantenimento diretto è frutto di una chiara disinformazione scientifica e anche di altro. E non significa quello che viene riportato dai movimenti cosiddetti  “femministi” che si oppongono alla scienza. Questa parte la potete trovare sul parere al DDL 2008 presente tra gli articoli di questo blog.

Non è vero che la legge 54/06 si poggia sulla diagnosi di Pas così pruriginosa per certa gente che non sa che colpisce maschi e femmine, oltre che bambini. La Pas è qualcosa che nasce proprio perchè non c’è l’affidamento condiviso. Condiviso viene dacondividere. Non è vero che la Pas a livello internazionale non esiste: numerose pubblicazioni estere affermano il contrario. Una per tutte la dott. Gottlieb.

Di scientifico sono proprio questi gruppi a non portare niente. Non contraddicono elementi scientifici verificati in Italia e nel mondo con altri elementi scientifici ma portano ideologia.

Mi rendo conto che le ideologie, tutte, hanno uno scopo personale che dice: ” Tutti gli altri sono criminali tranne me”.

Mi chiedo: le “femministe” di oggi hanno perso la femminilità o il pensiero di essere mogli/madri? E queste femministe che hanno figli maschi, li considerano tiranni o futuri tiranni? Chissà se li mettono alla gogna.

[http://alicenelpaesedelgenoma.org/2012/06/13/la-violenza-non-ha-genere]

Il terzo attacco riguarda la posizione dell’IDV sull’affido condiviso.

IDV è con le femministe che, come in Spagna, vogliono levare ai bambini il loro papà sulla base di false accuse, e quindi contro l’affido condiviso?

Alle 3 donne IDV non è andato giù questo testo in cui la dott. Morana scrive che invece IDV è con i bambini :

La posizione ufficiale del mio partito a livello nazionale è a favore di questa legge.

Io credo che la politica deve dare voce alle esigenze della popolazione, soprattutto se le esigenze sono supportate da materiale scientifico che ne avvalora il valore. E questo è il caso. Dunque compito del Dipartimento è collaborare e dare voce alla proposta dell’ideatore della legge e a compiere azioni di supporto, al fine di aiutare le famiglie. Il nostro capogruppo in Comune, consigliere Paolo Bassi è il punto di riferimento politico del dipartimento e intrattiene rapporti politici con i nostri senatori e con il prof. Maglietta, in merito alla legge. Il dipartimento è anche stato contattato dall’ufficio della senatrice Bugnano, sempre in merito alla legge sull’affidamento condiviso. In particolare mi è stato chiesto dall’ufficio della senatrice Bugnano, un parere sul disegno di legge presentato alla Presidenza del Senato in data 29 giugno 2011. Cosa di cui ho iniziato a occuparmi, mantenendo contatti di confronto e informazione tecnica con il prof. Maglietta.
Stiamo lavorando per le famiglie, ognuno nel suo ruolo. Siamo in una fase di costruzione di un progetto politico che vede coinvolti gruppi diversi, uniti da un unico obiettivo che è quello di proteggere la famiglia e di promuovere azioni di cultura e conoscenza.
In Italia dei Valori ho incontrato persone realmente interessate alle tematiche dei più piccoli. La notizia che gira su internet che dipinge IDV come fatto da femministe omofobe e maschi interessati al potere, entrambi contro la famigerata legge, non corrisponde a quello che ho invece incontrato io. I nostri senatori hanno da poco presentato un disegno di legge, i nostri parlamentari hanno presentato tempo fa un disegno di legge alla Camera, che secondo il parere del prof. Maglietta era fatto benissimo, e il dipartimento ha iniziato un rapporto di ascolto e confronto con alcune associazioni che appoggiano la legge e denunciano le prepotenze del sistema.

[http://alicenelpaesedelgenoma.org/2011/09/30/l-italia-dei-valori-e-la-legge-sullaffidamento-condiviso]

 

Ci chiediamo se la dott. Peloso-Morana ha cambiato idea riguardo alla presenza in IDV di “femministe”.


Visualizzazioni dopo 11/11/11: 3715

1 comment for “IDV: guerra interna contro chi è per l’affido condiviso e per la protezione dei bambini dalla PAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *