Figlia manipolata dal padre ricorda come rifiutava la madre

Io da figlia ormai grande ho subito lo stesso trattamento, ma stavolta al contrario, sono stata affidata al papà, che nel frattempo frequentava un’altra donna, e lasciata tra le mura di casa dei nonni paterni, per fortuna c’erano loro, ma compiuti i 12 anni papà e la sua compagna hanno preso in mano la mia situazione e deciso di portarmi a vivere con loro… per me è stato un trauma.

In quella casa, la loro casa ho subito, quella donna che mio padre era follemente innamorato, e ha pure sposato, mi ha rovinato l’infanzia, ha fatto di tutto, botte, urla, umiliazioni, maltrattamenti, e mio padre taceva, lei raccontava di me a mio padre un’altra facciata, facendomi passare per prepotente, maleducata, musona e asina a scuola.

Per quanto riguarda mia madre l’ho sempre cercata e lei oggi so che cercava me, ma purtroppo quando mi chiamava al telefono o mi veniva a trovare facevano in modo che io non avessi voglia di vederla.

Un’estate del 92 per precisione, mia madre mi organizzo’ una settimana in camper per il lago di Garda e Gardaland, la mattina che arrivo’ a prendermi, io mi ricordo solo che le dissi che non volevo andare, ma in realtà la sera prima ero stata maltrattata è minacciata dalla compagna di mio padre e da mio padre, che se fossi andata al mio rientro mi avrebbero messa in un collegio in montagna per tutto l’inverno e nessuno mai sarebbe venuto a trovarmi… avevo 12 anni.

Mia madre l’ho ritrovata due anni fa, finalmente, prima non sapevo nulla di lei… speriamo abbia capito che io non volevo allontanarla.

Commento su questo blog: utente Eva

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 765

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *