Come posso aiutare mio fratello vittima di alienazione genitoriale?

Una lettrice ci lasciato questo commento:

«Sto leggendo appassionatamente diversi articoli di qua oggi (tra cui quello interessantissimo qua sopra), poichè questo è stato (..lo è ancora?…) un mio problema. Fino a stamani nemmeno sapevo cosa fosse la PAS…ovvero la definizione… Però conosco molto da vicino il problema essendone stata una vittima. Mio fratello nonostante i suoi 35 anni ancora lo è ma non lo riconosce…

Io a 21 anni scappai da casa di mia madre per andare da mio padre con cui non potevo avere contatti dall’età di 14-15 anni…e da quell’età non avevo potuto averne anche con mia nonna paterna. A tutt’oggi mio fratello non parla con loro.
Mi domando quali segni questa adolescenza possa avermi lasciato… sono attualmente anche vittima di mobbing e mi domando se le due cose possano essere correlate. L’essermi resa conto del plagio ed essere scappata può essere stata una risoluzione, o magari degli strascichi della vicenda possono essere presenti nei miei comportamenti e sentimenti attuali? Al momento ho deciso di seguire una cura da uno psicologo per via del problema del mobbing…non ho ancora iniziato, ma sarei curiosa di capire se anche questa sfaccettatura del mio passato possa aver contribuito a trovarmi in questo problema.»

Auguriamo a lei di ritrovare la serenità ed al fratello di poter riabbracciare il papà e la nonna.

Sapere che questo sito può aver aiutato qualcuno ci aiuta ad andare avanti con più impegno!  Ci sono altri gruppi di discussione in inglese, in cui persone che vogliono risolvere questo problema scambiano le loro esperienze.

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2467

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *