Bambina protetta: ex-madre alienante condannata a non vederla per un anno

images-3“La bambina avrà così una speranza di riprendersi da gravissimi abusi psicologici praticati durante tutti gli anni in cui è vissuta con la madre” ha detto l’avv. C. Linde.

Nel 2007 un tribunale aveva sentenziato che, sebbene fosse nell’interesse della bambina di 11 anni vivere con il papà, l’alienazione subita era così grave da renderlo impossibile.  Scandalosamente, la figlia era quindi stata collocata presso l’allenatrice.

Successivamente la Corte di Appello ha invertito la decisione, collocando la bambina presso il padre e consentendo alla madre tre ore di contatto al mese.  Tuttavia il terapeuta aveva osservato che, sebbene la bambina stesse migliorando la relazione con il papà, regrediva emotivamente ogni volta che vedeva la madre.  Pertanto la giudice Martinson ha disposta che la bambina non abbia contatti con la madre per il periodo di un anno.

Dal testo della sentenza:

“Le accuse della sig.ra A sono infondate.  La madre ha continuato a danneggiare la relazione fra M. ed il suo papà in modi che danneggiano la salute mentale del minore.  L’interesse del minore, sia a breve termine che a lungo termine, richiede questa decisione.   Ne la madre ne la nonna avranno alcun tipo di contatto, diretto od indiretto, per almeno un anno e comunque fino a nuova disposizione del Tribunale.

La ex madre è rimasta a piede libero.

Fonte:

http://www.newswire.ca/en/story/525369/alienating-mother-denied-access-for-one-year

 

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 1282

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *