Affido materialmente condiviso con tempi paritari: l’esempio di Brindisi

Per prevenire ed evitare l’alienazione parentale, può essere sufficiente in alcuni casi che l’autorità giudiziaria metta bene in chiaro la parità di diritti e doveri dei due genitori.

Ci ha provato nel 2017 il Tribunale di Brindisi approvando delle linee guida su cui è nata un’accesa discussione. Qui pubblichiamo il fac simile allegato al protocollo che mostra come con poche disposizioni ben congegnate si può gestire una situazione che secondo alcuni critici sarebbe impossibile da regolamentare.

Invece basta volere e si può.

facsimile_Brindisi

Su Youtube è disponibile anche una intervista alla dott.ssa Palazzo (Presidente della I sezione Civile del Tribunale di Brindisi) che spiega il provvedimento:

Visualizzazioni dopo 11/11/11: 2832

1 comment for “Affido materialmente condiviso con tempi paritari: l’esempio di Brindisi

  1. Fabiana Fioramonti
    20 settembre 2017 at 06:47

    Buongiorno a volte non é cosi io e il mio ex siamo andati in consensuale dopo cge ha allontanato da me i miei 4 fifli nonostante l affido condiviso ..ed io dopo 2 anni e mezzo di giudiziale che lui ha fatto nei miei confronti e dopo il rifiyto dei miei figli alienati dal padre ho deciso di mollare e chiedere una consensuale …in cui gli cedevo la casa coniugale e il collocamento dei figli in essa .. ..con in cambio di farmi almeno frequentare i figli.
    Lui ha scritto con il suo avvocato queste proposte io le ho accettate appena FIRMATO non. Ho piu rivisto i miei figli…
    E quel mostro con la scusa che sono i figli a non voler vedermi li usa come armi.
    Spero di poter fare ricorso …
    Byona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *